Página inicial > Axé > L > Le Orme > Contrappunti

Contrappunti

Le Orme


Dal più profondo buio della notte due occhi vuoti sfuggono le stelle.
La fabbricante d'angeli è già scesa ma incespica coi ferri arrugginiti.
Sul ventre già fiorito di una ingenua ragazzina la luna si ferisce passando i vetri rotti.

E d'improvviso l'aria si raffredda;
Sui tetti scuri argenta la rugiada;
Più non respira il seno è ormai di pietra
Che un dolce inganno un giorno aveva sciolto.
Stanca è ormai la vecchia che si perde nella nebbia
Mentre le campane annunciano la festa

Encontrou algum erro na letra? Por favor, envie uma correção >

Compartilhe
esta música

Ouça estações relacionadas a Le Orme no Vagalume.FM

MIX DE MÚSICAS

ARTISTAS RELACIONADOS