Parallele

Gigliola Cinquetti


Tu dentro l'auto sul raccordo a centoventi
amore mio, hai solamente
le carezze del motore
e nello studio in cui lavori e fai i soldi
quanto più fai bene i conti
tanto meno arrivi a me.

Ogni fanale di mercurio prende luce agli occhi tuoi
questo è uno strano viadotto
vuoi tornare ma non puoi
ma non puoi
ma non puoi.

Sui manifesti ogni ragazza son io
la ballerina sesso e neon
ma si, son io.
Com'è perversa questa giovinezza che io porto in me
che esiste solo
quando brucia e
quando è in croce.

Le parallele delle gomme sul bagnato
son due rotaie nude su cui fuggi anche da te
io da lassù, dal sesto piano, a vetri aperti grido
grido all'auto che si perde:
"Il tuo infinito son io
son io, son io..."
Sui manifesti ogni ragazza son io...

Compositor: Belchior / Bardotti

Encontrou algum erro na letra? Por favor, envie uma correção >

Compartilhe
esta música

Ouça estações relacionadas a Gigliola Cinquetti no Vagalume.FM

MIX DE MÚSICAS

ARTISTAS RELACIONADOS