Página inicial > Axé > E > Enzo Jannacci > Nove Di Sera

Nove Di Sera

Enzo Jannacci


Nove di sera, solo un uomo è per la via
non accetta compagnia, però a casa non ci va
la gente a casa non è più come una volta
ora sono tristi e muti qui davanti alla tivù
La luna in cielo, grande, grossa e prosperosa
fa una mossa maliziosa e si rivolge proprio a lui
l'uomo distratto non le fa molta attenzione
ma siccome è un chiacchierone
sta parlando tra di sé
L'uomo da solo, coi suoi soliti argomenti
può parlar tranquillamente, avversari non ne avrà
gli amici a casa impareranno questa sera
una nuova tiritera, presentata alla tivù
La luna in cielo, non prevista dal programma
luminosa e color fiamma si rivolge proprio a lui
L'uomo distratto non raccoglie questo invito
e in mancanza di un nemico
si bisticcia tra di sé
Gli innamorati non inventano più nulla
tanto il riso come il pianto glielo insegna la tivù
La vita stessa resterà a guaradre muta
quella vita più vissuta, che si vede alla tivù
È mezzanotte, l'uomo con filosofia
fa la pace con se stesso ed in silenzio se ne va
La luna in cielo, rassegnata e un po' delusa
si nasconde dietro un muro, a guardare la tivù

Encontrou algum erro na letra? Por favor, envie uma correção >

Compartilhe
esta música

Ouça estações relacionadas a Enzo Jannacci no Vagalume.FM

MIX DE MÚSICAS

ARTISTAS RELACIONADOS