Polvere Di Luna

Emanuele Dabbono


In una stanza che vive per me parla ancora di noi
In un silenzio che urla e che sembra non finire mai
In un treno che corre veloce fra i rami il profumo d'estate
quando il tempo per stare vicino ci bastava mai...
E nelle strade più buie dove ancora di rincorrerei
Con le frasi già dette e sentite io ti ripeterei...
E negli occhi una luce da niente che noi due trovavamo
accecante puoi trovarmi li dentro a cercarti ogni volta che vuoi...
Maledico il sole che è arriavato troppo in fretta
a svegliarmi da certi sogni di giorno fan paura
Certi sogni son nostri finchè dura
Certi sogni durerebbero per sempre se il mattino
ci lasciasse stare ancora per un pò...
Come polvere di luna...
E nelle foglie che ho visto cadere a due passi da noi
In un cuscino che pesa più del letto dove non dormo mai
E una notte d'agosto mi cercavi le mani
Ora riempo il bicchiere giuro fino a domani
da brindare soltanto le cose che non ricorderai...
Maledico il sole che è arriavato troppo in fretta
a svegliarmi da certi sogni di giorno fan paura
Certi sogni son nostri finchè dura
Certi sogni durerebbero per sempre se il mattino
ci lasciasse stare ancora per un pò...
Come polvere di luna...
E negli occhi una luce da niente che noi due trovevamo
accecante puoi trovarmi li dentro da sola si
Ma non svegliarmi da certi sogni
di giorno fan paura
Certi sogni son nostri finchè dura
Certi sogni durerebbero per sempre se il mattino
ci lasciasse stare ancora per un pò...
Stare ancora solo un pò... Stare ancora...
Come polvere di luna...

Encontrou algum erro na letra? Por favor, envie uma correção >

Compartilhe
esta música

Ouça estações relacionadas a Emanuele Dabbono no Vagalume.FM

MIX DE MÚSICAS